/ Didattica / fisica / relativita

Relatività: esperimento di Michelson-Morley

Durante il XVIII secolo si riteneva che l'aria fosse formata da una sostanza invisibile a cui i fisici diedero il nome di etere e che ogni corpo in movimento nell'universo producesse un vento d'etere che si muoveva alla stessa velocità del corpo in movimento ma con direzione opposta.

La seguente animazione sull' esperimento di Michelson-Morley permette di vedere il funzionamento dell'interferometro di Michelson. Se il vento d'etere fosse esistito la velocità della luce sarebbe stata diversa nelle varie direzioni, quindi, guardando all'interno dell'interferometro, si sarebbero viste delle frange di interferenza.
Utilizzando questo dispositivo sperimentale Michelson effettuò nel 1881 un certo numero di misure, non rilevando lo spostamento minimo previsto delle frange di interferenza.
Con questi esperimenti fallisce la legge di composizione galileiana delle velocità nel caso della luce, poichè appunto la luce non viene "trascinata" da nessun mezzo fisico.


Dispense su esperimento di Michelson-Morley.



Reference: http://it.wikipedia.org/wiki/Esperimento_di_Michelson-Morley
http://galileoandeinstein.physics.virginia.edu/more_stuff/flashlets/